Fiorenzo Pascalucci

Piano Project

FIORENZO PASCALUCCI Pianoforte 

Date: 23/26.08.2018

Quota di Frequenza€ 180,00 

ISCRIZIONE ONLINE 

ENGLISH PDF DOWNLOAD → 

Vai all'evento facebook

  

FIORENZO PASCALUCCI, pianoforte 

Per i suoi meriti artistici e la carriera internazionale, Fiorenzo Pascalucci ha ricevuto in Quirinale, il 10 marzo 2016, il prestigioso Premio “Giuseppe Sinopoli”, istituito dalla Presidenza della Repubblica Italiana e consegnato personalmente dal Presidente Sergio Mattarella, su segnalazione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, una delle istituzioni musicali più antiche al mondo. Importanti, nello sviluppo della sua carriera, le affermazioni in prestigiose competizioni internazionali. Nel 2014 vince il Primo Premio alla XXIII edizione del concorso internazionale “Rina Sala Gallo” di Monza, membro della Fédération Mondiale des Concours Internationaux de Musique de Genève. Nel 2012, a Roma, vince la Rassegna Nuove Carriere 2012, iniziativa promossa dal CIDIM. Da allora il CIDIM lo promuove costantemente in Italia e all’estero. Sempre nel 2012 si aggiudica il Primo Premio al FVG International Piano Competition di Sacile (PN). Nel 2011 si impone al Grand Prix International de Piano de Lyon, che gli consente di farsi conoscere dal pubblico francese. Andando a ritroso, nel 2008 conquista il Primo Premio al XXV Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia”.
La vittoria al prestigioso concorso, vera prima importante affermazione, lo avvia ad un’intensa carriera concertistica internazionale ricca anche di riconoscimenti quali la targa d’argento del Senato della Repubblica e la medaglia d’argento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che lo ha ricevuto personalmente in Quirinale. Da quel momento l’attività artistica lo vede esibirsi in Inghilterra, Francia (Cité Universitaire di Parigi, Salle “Édgar Varèse” del CNSMD di Lione, Festival “les Pianissimes” di Saint-Germain au Mont d’or), Austria (Mozarteum di Salisburgo), Germania (castello di Wolfsburg), Grecia, Albania (Università delle Arti di Tirana), Polonia (Società Filarmonica di Varsavia), Turchia, oltre che nelle più importanti realtà italiane. Fra queste il Teatro “La Fenice” di Venezia (numerose volte, in récital e con l’Orchestra del Teatro), il Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro Comunale di Treviso, il Teatro Politeama Garibaldi di Palermo, la Sala “Arturo Benedetti Michelangeli” di Bolzano, il Teatro Comunale di Vicenza, il Teatro Rossini di Pesaro, l’Oratorio “San Filippo Neri” di Bologna (per BolognaFestival), la Galleria d’Arte Moderna di Milano (per il Festival MiTo), le Settimane Musicali del Teatro Olimpico di Vicenza, la Cappella del Vasari di Napoli, il Teatro degli Atti di Rimini, l’Auditorium “Giorgio Gaber” di Milano (per la Società dei Concerti di Milano), il Teatro Toniolo di Mestre, l’Auditorium “Pollini” di Padova, l’Auditorium “Pedrotti” di Pesaro, l’Auditorium dell’Accademia Navale di Livorno, l’Auditorium Comunale di Belluno, il Palazzo “Venezze” di Rovigo, il Palazzo del Turismo di Riccione, la sala Gradoni Kursaal di Sauris (UD) e tante altre. Ha suonato con importanti orchestre quali l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, la Filarmonica Marchigiana, la FVG Mitteleuropa Orchestra, l’Accademia d’archi Arrigoni, la North Czech Philarmonic Orchestra ecc. diretto da affermati direttori quali Omer Wellber, Antonio Cipriani, Carlo Tenan, Francesco Vizioli, Lorenzo Sbaffi, Alfonso Scarano, Tiziano Severini.
Attivo anche sul fronte umanitario, fa parte dell’Associazione “Donatori di Musica” e si esibisce sovente presso Ospedali, Policlinici e centri di ricerca a titolo completamente gratuito.
Di recente pubblicazione è il CD prodotto dal Concorso Pianistico Rina Sala Gallo in collaborazione con Suonare News e Fazioli pianoforti che raccoglie brani di Mozart, Chopin, Debussy e Scriabin, uscito in allegato alla rivista musicale Suonare News nell’ottobre 2015. Forma un duo stabile con Danilo Squitieri, violoncellista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
La personalità artistica di Fiorenzo Pascalucci è il frutto di numerosi incontri ed esperienze formative maturate nel corso degli anni.
Nato a Campobasso il 9 luglio 1987, si è formato nei Conservatori di Campobasso e di Pesaro con Giuseppe Squitieri e Giovanni Valentini diplomandosi con lode nel 2007 e laureandosi con lode nel 2010. Si è perfezionato contemporaneamente presso l’Accademia Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola con Leonid Margarius, Anna Kravtchenko e Franco Scala, diplomandosi nel 2011. Accanto all’assiduo approfondimento degli studi di Composizione con Piero Niro, il suo percorso artistico e formativo è culminato nel corso di perfezionamento triennale all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, presso la quale si è diplomato con lode nel 2014 sotto la guida di Benedetto Lupo e, per i primi due anni, di Stefano Fiuzzi.
Fondamentale, inoltre, la sua frequentazione musicale pluriennale con Aldo Ciccolini che così si è espresso su di lui: “Ho ascoltato il giovanissimo Fiorenzo Pascalucci le cui facoltà musicali e pianistiche mi hanno vivissimamente impressionato. Si tratta di un elemento eccezionalmente dotato, destinato, lo credo, ad una carriera internazionale delle più brillanti.”.
Sul modello dei suoi mentori, all’attività concertistica affianca con passione quella didattica. È dal 2012, infatti, docente di pianoforte principale presso il Conservatorio Statale di Musica “U. Giordano” di Rodi Garganico (FG).