Giovanni Dalla Vecchia

Early Music Project

GIOVANNI DALLA VECCHIA 

Violino Barocco

Date: 23/26.08.2018

Quota di frequenza€ 200,00

Comprende la frequenza di Ensemble Barocco

ISCRIZIONE ONLINE  

ENGLISH PDF DOWNLOAD → 

GIOVANNI DALLA VECCHIA, Violino barocco

Nato a Padova nel 1967 da una famiglia di musicisti, il padre Wolfango era un noto compositore e didatta, ha iniziato gli studi musicali con Marco Fornaciari e compiuto gli stessi presso il Conservatorio della sua città con Piero Toso e Vito Prato. Si è successivamente perfezionato con Giovanni Guglielmo, Pavel Vernikov, Dejan Bogdanovich e Zinaida Gilels all’Accademia di Alto Perfezionamento di Portogruaro (Ve).Dopo aver collaborato alcuni anni con la “Schweizer Streichorchester Engelberg” di Lucerna, “I Virtuosi dell’Ensemble di Venezia” e l’”Orchestra Regionale Filarmonia Veneta”, attratto dalla musica dei secoli XVII e XVIII e dalle esecuzioni con gli strumenti antichi, partecipa alla selezione della nascente compagine orchestrale classico-barocca “Academia Montis Regalis” di Mondovì (Cn) di cui diviene, in seguito a concorso pubblico, il Primo Violino/Solista. Partecipa a tutta l’attività di formazione dell’orchestra, dai seminari ai concerti e tournèe e alle sue numerose incisioni discografiche (per Opus 111). Nel frattempo approfondisce lo studio del violino barocco presso l’Hochschule fur Musik di Trossingen (Germania) conseguendo nel 1996 il “Diploma d’Artista” con il massimo dei voti. Nel 2000 dà vita con i colleghi prime parti dell’orchestra al Quartetto Montis Regalis che si distingue subito per il rigore filologico nell’interpretazione e nella ricerca delle fonti del repertorio classico e preclassico del quartetto d’archi. Nel novembre 2001 il Quartetto si classifica secondo ex-equo (primo premio non assegnato) al VI° Concorso Internazionale di Musica da Camera su strumenti originali “Premio Bonporti” di Rovereto (presidente Gustav Leonhardt) ed in seguito si esibisce negli Stati Uniti ed è invitato da numerose Associazioni Musicali (Amici della Musica di Padova, l’Accademia Filarmonica di Bologna, l’Università di Calabria, Piemonte Musica, ecc.). Il Quartetto è stato invitato alla prima serie di concerti in diretta radiofonica trasmessi da RAI Radio3 dalla Sala Paolina del Quirinale in Roma. 

E’ stato invitato a ricoprire il ruolo di Violino di Spalla in prestigiosi gruppi di musica antica quali l’ “Accademia Bizantina” diretta da Ottavio Dantone, l’ “Ensemble Aurora” di Enrico Gatti, il “Zefiro Ensemble” di Alfredo Bernardini, la “Cappella della Pietà de’ Turchini” di Antonio Florio , “Modo Antiquo” di Federico M. Sardelli, l’orchestra parigina “Les Talens Liryque” diretta da Christophe Rousset, l’orchestra spagnola “Real Compania Opera da Camera” di Juan B. Otero e l’orchestra austriaca “ModernTimes_1800” diretta da Daniel Reuss. Su invito di Filippo M. Bressan è stato Primo Violino/Solista nel gruppo “Academia de li Musici” di Este e collabora regolarmente con “i Barocchisti” di Lugano diretti da Diego Fasolis. Ha partecipato ad incisioni per diverse etichette discografiche tra cui spiccano Opus 111, Erato, Divox Antiqua, Chandos, EMI, Sony BMG, l’Oyseau-Lyre e le produzioni del mensile Amadeus (Concerti Grossi di Corelli, Concerti per archi e “Juditha Triunphans” di Vivaldi). Attualmente suona regolarmente con “I Sonatori de la Gioiosa Marca”, gruppo tra i più apprezzati del panorama internazionale della musica antica che collabora con solisti quali Giuliano Carmignola (violino), Cecilia Bartoli (soprano), Sergio Azzolini (fagotto), Gloria Banditelli (contralto), Dorothee Oberlingen (flauto dolce), Sol Gabeta (violoncello) e altri importanti interpreti della musica di oggi. Ha tenuto concerti nei festivals delle associazioni musicali delle città italiane, dei paesi europei e delle americhe più importanti: Roma (Accademia di S.Cecilia, Università la Sapienza, Cappella Paolina), Parigi (Theatre de Champs-Elysees), Londra (Barbican Hall, St.Johns Smith Square), Madrid , Vienna (Konzerthaus), Salisburgo, Amsterdam (Concertgebouw), Den Haag, Dublino, Bruxelles, Belgrado, Barcelona (Palau de la Musica Catalana), Lucerna (KKL Konzerthaus), Milano, Torino, Firenze, Napoli, Trieste, Venezia, Verona, Padova, Vicenza, Palermo, Catania, Messina, Lugano (Auditorium RSI), Ascona, Aix-en-Provance (Grand Theatre), Bordeaux, Monaco, Hannover, Amburgo (NDR Konzertsaal), Colonia, Norimberga, Dresda, Regensburg, Innsbruch, Bilbao, Cadiz, Lussemburg, Varsavia (Sala della Filarmonia), Danzica, Wroclav, Krakovia, Tirana, Instambul, Città del Messico, Buenos Aires, Massachussets (The Cambridge Society of Boston (U.S.A.) e per le associazioni Accademia Musicale Chigiana, Luzern In Sommer, Settimane Musicali di Ascona, Festival di Aix-en-Provence, Lufthansa Festval,Rheingaufestival, I Concerti della Normale, Bologna Festival, Incontri Asolani e molti altri. Nel marzo 2001 è risultato finalista al Concorso Violinistico Internazionale “Antonio Vivaldi” indetto dalla Fondazione Sanpaolo di Torino e dall’Istituto per i Beni Musicali in Piemonte. Attualmente insegna Violino presso il Conservatorio di Musica “G.P. da Palestrina” di Cagliari. E’ stato invitato dai docenti del Dipartimento degli Strumenti ad Arco del Conservatorio “C. Pollini” di Padova a tenere un Seminario sulla Storia ed Evoluzione degli Strumenti ad Arco. Suona un antico violino Amati del 1660 e un Guarneri del 1700 circa, con copie di archi barocchi, classici e di transizione e si occupa di organologia degli strumenti antichi.