Docenti

AMBRA VESPASIANI, mezzosoprano

Nata a Ripatransone, nelle Marche, Ha iniziato giovanissima lo studio del canto al Conservatorio Giocchino Rossini di Pesaro. Trasferitasi a Roma ha seguito i corsi al Conservatorio di Santa Cecilia. Nel 1980 ha vinto il premi internazionali “A. Belli” di Spoleto, debuttando poco più che ventenne in Werther nel ruolo di Charlotte e successivamente nel ruolo di Cunize nell'Oberto di Verdi. Da allora ha cantato nei maggiori teatri italiani (Arena di Verona, Opera di Roma, il Verdi di Trieste, Maggio Musicale Fiorentino, il Massimo di Palermo, il Bellini di Catania, l'Accademia Chigiana di Siena, il Festival dei due mondi di Spoleto)e in diversi Paesi del mondo: Stati Uniti, Spagna, Francia, Gran Bretagna, Canada, Croazia, Belgio, Slovenia, diretta da maestri quali Gavazzeni, Oren, Metha, Gelmetti, Arena, Von Matacic, Camporiec. Il suo repertorio comprende i maggiori ruoli mezzosopranili verdiani (Azucena, Amenria, Eboli, Ulrica), romantici e veristi, nonché composizioni da camera e musica sacra, oltre al Requiem verdiano, lo Stabat e la Petite Messe di Rossini, il Requiem di Mozart, lo Stabat di Vivaldi ecc. Ha inciso: Zanetto di Mascagni (protagonista) ed. Bongiovanni (Premio Asolo 1987) Axur Re di Ormus di Salieri (Fiammmetta e Smeraldina) ed. Nuova Era, Maria Egiziaca di O. Respighi, ed. Bongiovanni, Video RAI Cavalleria Rusticana con Nova, Verret e Johansson, Video Rigoletto di Verdi, con Alfredo Kraus, diretto da Angelo Campori, dal vivo al Regio di Parma, edito da Hardy Trading Co.Srl e Azzali Editori. Le sono stati conferiti il Premio Intenazionale "Josepin", 1989 e il Premio "Maria Callas" Roma 1989. Unanimi i riconoscimenti della critica, tra cui quelli di J. Higgin su “The Times” e J.tte de Marcellus sul “Daily News”. Insegna al Conservatorio di Terni.


 

MONICA CARLETTI, mezzosoprano
Dopo uno studio approfondito del violino, si é diplomata in canto con il massimo dei voti presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma sotto la guida del M° Rebecca Berg. Ha svolto corsi di perfezionamento con Shirley Verret, Paolo Montarsolo, Leo Nucci e Claudio Desderi; nel 1992 ha sostenuto, come effettiva, i corsi dell'Accademia Rossiniana di Pesaro. Ha cantato diretta da maestri come Daniel Oren, Ferdinand Leitner, Alberto Zedda, Donato Renzetti, Maurizio Arena, Bruno Bartoletti, Manuel Galduf, Sandro Sanna, Vittorio Antonellini, Marcello Panni, Angelo Campori, Julian Kovatchev, Marco Zuccarini, Gabriele Bellini, Bruno Aprea, Giuseppe Grazioli interpretando sia opere di repertorio che esecuzioni in prima assoluta in Italia ed all'estero: Teatro dell'Opera di Roma, Terme di Caracalla, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Filarmonico di Verona, Teatro Lirico di Cagliari, Opera di Nizza, Staatsoper di Vienna, Rossini Opera Festival, Teatro del Giglio di Lucca, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Accademia Musicale Chigiana di Siena, Maltafestival, Angelicum di Milano, Festival Pucciniano di Torre del Lago, Teatro Rossini di Lugo, Teatro Opera Giocosa di Savona, Teatro Pergolesi di Jesi, Opera di Pechino, Teatro di Pyongyang (Corea del Nord), Teatro di Budapest. Svolge intensa attività concertistica interpretando nei suoi recitals musica da camera italiana, tedesca, francese e polacca. Ha al suo attivo registrazioni per la Radio Vaticana e per importanti case discografiche come Ricordi, Bixio e Kicco Classic.. Ha collaborato per la RAI Radiotelevisione Italiana, esibendosi in diretta nelle trasmissioni radiofoniche Mattinotre, Radiotre Suite e La Barcaccia. Mezzosoprano versatile, ha un repertorio che spazia nel campo della musica lirica con opere di Mozart, Rossini, Gluck, Cimarosa, Donizetti, Leo, Pergolesi, Mancini, Arcà, Purcell, Puccini, Mascagni, Weill, nel campo della musica da camera, dove interpreta autori italiani e stranieri dal periodo barocco fino a quello contemporaneo e nel campo della musica sacra, con cantate di Bach, il Requiem di Mozart, il Magnificat di Vivaldi, lo Stabat Mater di Pergolesi e di Traetta. È docente di canto presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma.


 

CORRADO CARMELO CARUSO, baritono
Il baritono Carmelo Corrado Caruso, nato a Noto in provincia di Siracusa, ha iniziato lo studio del canto con il M° Renato Federighi diplomandosi poi al Conservatorio di S. Cecilia di Roma. Ha proseguito gli studi con il M° Luciano Bettarini  e con Bianca Maria Casoni, frequentando numerosissimi corsi di perfezionamento tra gli altri con A. Kraus, L. Gencer, P. Cappuccilli, M. Baker, D. Baldwin.  Il suo repertorio teatrale, costruito nel corso degli anni seguendo la naturale evoluzione della voce è costituito da oltre 40 ruoli da protagonista  e spazia da Monteverdi a Henze, comprendendo fra l’altro l’esecuzione di tutte le principali parti del repertorio baritonale di Mozart, Rossini Donizetti Verdi e Puccini.

Fra i suoi successi sono da ricordare la nomination per il Grammy Award per la partecipazione nel ruolo di Camoens all’incisione del Dom Sèbastien di Donizetti, incisione Live effettuata al RHO Covent Garden di Londra nel 2005 e la sua interpretazione come protagonista de “Il Prigioniero” di Dallapiccola al teatro Comunale di Firenze sotto la direzione di Bruno Bartoletti, spettacolo insignito con il Premio Abbiati quale miglior produzione operistica nel 2004. E’ regolarmente invitato nei principali teatri italiani ed europei ed alterna all’attività teatrale una regolare ed intensa attività concertistica nel repertorio cameristico italiano, tedesco e francese che perfeziona con il M° D. Baldwin. Da qualche anno quando gli impegni artistici lo consentono, di dedica con entusiasmo e passione all’attività didattica. 


 

DONATELLA DEBOLINI, Soprano
Si è diplomata in canto con il massimo dei voti presso il Conservatorio “L.Cherubini” di Firenze, dove ha studiato anche composizione e musica da camera. Ha conseguito, sempre nel Conservatorio della sua città, il diploma in Musica Vocale da camera ottenendo il massimo dei voti e la lode. Si è perfezionata nel repertorio cameristico e del Novecento sotto la guida di Liliana Poli, Julia Hamari e Suzanne Danco. Nel 1989 è risultata fra i vincitori del Concorso Internazionale “V.Bucchi” sulla vocalità contemporanea; nel 1991 ha vinto il Primo Premio Assoluto nel Concorso Nazionale di musica vocale da camera “Città di Conegliano”; nel 1992 in duo con il pianista Gianni Fabbrini ha vinto le Selezioni Nazionali di Giovani Concertisti dell’Associazione “F.Liszt” di Roma; nel 1994 ha ricevuto il Premio “Boris Christoff”. Ha tenuto concerti come solista presso importanti Società e Associazioni Concertistiche italiane ed estere (Francia, Germania, Ungheria, Giappone, Svizzera), riportando sempre consensi di pubblico e di critica. Un’attenzione particolare è rivolta al repertorio cameristico e alla musica del XX secolo; numerose le sue interpretazioni, anche in prima esecuzione assoluta, di autori quali Berio, Bussotti, Gentile,Cage, Cardini, Castiglioni, Fellegara, Pennisi, Petrassi, Lombardi etc. Ha inciso per le case discografiche Diapason, Christophorus, Tirreno e Le Carrozze Records; ha effettuato registrazioni per la R.A.I:,per Antenne 2, per la Bayerischer Rundfunk e per Radio Montebeni Affianca all’attività artistica quella didattica: è docente di Canto presso il Conservatorio “L.Cherubini” di Firenze.


MARIANGELA DI GIAMBERARDINO, Soprano

Allieva della Soprano Jolanda Magnoni si perfeziona nello studio del canto con le maestre Margaret Becker e Rosina La Porta Vedrani . E’ attualmente docente di canto nel Conservatorio "Alfredo Casella" de L'Aquila. Finalista in numerosi concorsi lirici nazionali ed internazionali, è stata insignita del premio "Mario Del Monaco" nel 1991 e del “Premio G. Lauri Volpi” nel 1992. La sua vocalità e la sua musicalità le hanno consentito di affrontare un ampio repertorio che va dalla musica da camera a quello operistico. Tutti importanti e di grande impegno vocale ed artistico i ruoli che la vedono protagonista sin dal debutto nelle vesti di Nedda in Pagliacci e poi di Tosca nell’omonima opera, Elisabetta nel Don Carlo, Mimì nella “Bohème, Santuzza nella “Cavalleria Rusticana”, Aida nella omonima opera di Verdi e poi ancora Isabella Colbran nell’opera “Un segreto di importanza” di Rendine e la Fata Turchina nelle “Avventure di Pinocchio” di A. Cericola, in prima esecuzione assoluta. Per il teatro Eliseo di Roma incide la colonna sonora di Mario Borciani per la piece " Spettri " di H. Ibsen. Per l' INDA è al teatro greco di Siracusa sotto la regia del M. Giorgio Pressburger. E’ stata protagonista nelle celebrazioni Verdiane del 2001 con l’orchestra Filarmonica Abruzzese diretta dal Maestro Vittorio Antonellini ,in un concerto registrato dal vivo e diffuso attraverso la stampa. Nell’ambito delle manifestazioni per il Giubileo è solista nella “Passio et Resurrectio” di Rendine, tenutasi presso la chiesa dei S.S. Giovanni e Paolo in Roma con la direzione di M.Dones. Si è esibita nello Stabat Mater di G.B. Pergolesi nella nuova Chiesa del Millennio, Dives in Misericordia, progettata dall’architetto R.Meier in occasione delle manifestazioni inaugurali patrocinate dal Comune di Roma. Sotto la direzione del maestro F.Carminati è stata protagonista del concerto “Omaggio a D’annunzio”, in una una selezione dall’Opera “la Figlia di Iorio”, nel centenario della stesura dell’omonima piece teatrale. Grande successo hanno riscosso gli allestimenti della “Tosca” di G.Puccini all’interno degli spettacoli dell’Estate Romana che l’hanno vista oltre che nel ruolo di Tosca anche nella regia dell'opera. In qualità di regista ha all'attivo anche i due intermezzi di G. B. Pergolesi, La Serva Padrona e Livietta e Tracollo per l'Istituto Musicale di Teramo. Nel 2010 ha curato la direzione artistica della prima stagione dei concerti dell’Auditorium “Tito Brandsma” di Roma. Nel teatro Stabile di Potenza si è esibita sotto la direzione del maestro Matteo Beltrami nel concerto di ospitalità per il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e nel marzo del 2013 un recital pucciniano eseguito dalla soprano in Montenegro per l'ambasciata italiana e' stato ripreso dal regista Franco Taviani ed è stato da lui utilizzato all'interno di un importante film documentario diffuso da RAI storia. Concerti lirici e cameristici l’hanno vista interprete raffinata nelle più importanti sale da concerto e Teatri come la Wiener Saal del Mozarteum di Salisburgo, la sala da Ballo di Ca’ Rezzonico di Venezia, il Teatro Libertador di Cordoba, il Teatro Alvear di Buenos Aires, l’Auditorium dell’Università del South Africa in Johannesbourg, l’anfiteatro romano di Cartagine, l’Auditorium presso l'’Italienische Botschaft Kulturabteilung’ di Berlino, l’Auditorium degli Amici della lirica di Bologna, l’Auditorium “Scarlatti” della RAI di Napoli, la Cattedrale di Nevers, la Maison de la Culture de Nevers, la Cité de la Musique di Parigi, l’Auditorium “Nino Carloni” di L’Aquila, la Sala dei Notari di Perugia, il Teatro Olimpico di Roma, la Sala Rossini di Padova, il teatro lirico di Ferrara, la Chiesa dei Frari di Venezia, l’Auditorium della TownHall di Sidney (per The festival of Sydney), la City Hall di Brisbane (per The Queensland Performing Arts Trust) la Town Hall di Melbourne (per The Australian Elizabethan Theatre Trust ) la Winthrop Hall di Perth (per The Festival of Perth), l’auditorium del Mozarteum di Salta e Jujuy (Argentina),il Teatro Comunale dell’Aquila, il teatro Marrucino di Chieti il teatro Libertador di Cordoba( Argentina ) e molte altre importanti realtà in italia e nel mondo. 


 

 

SILVIA RANALLI, Soprano
Avviata all'educazione canora dal padre, si diploma in canto lirico al Conservatorio di Frosinone nel 1981, mentre tre anni dopo si laurea in Architettura all'Università "La Sapienza" di Roma. Qualche anno dopo, nel 1985, si unisce in matrimonio con Mauro Paris, Pianista, figlio del primo direttore del Conservatorio di Frosinone, M° Daniele Paris. Nel 1990 nasce la figlia Laura. Ha debuttato con la Turandot (nel ruolo della schiava Liù) e l'Aida a Caracalla. Vincitrice di numerosi concorsi internazionali, perfeziona e affina la tecnica vocale prima con Renata Tebaldi, successivamente con Antonietta Stella. Nel 1987 viene premiata presso l'Università "La Sapienza" di Roma con medaglia d'oro "Foyer des Artistes" - Centro Internazionale di Cultura, Arte e Scienza "... per aver manifestato una grande professionalità ed una particolare sensibilità artistica nell'interpretare personaggi primari delle maggiori opere liriche del melodramma italiano". Nel 1991 è vincitrice del Concorso Internazionale per Voci Liriche "G.L. Volpi". Ha tenuto molti concerti in diversi stati: Germania, Svizzera, Argentina, Spagna, Colombia, Palm Beach, e collaborato con la RAI per diverse trasmissioni radiofoniche. Ha collaborato con il Teatro dell'Opera di Roma sempre nei ruoli principali in Manon Lescaut di Puccini e Adriana Lecouvreur di Cilea. Attualmente, dopo aver svolto attività didattica presso i Conservatori di Benevento e Santa Cecilia di Roma, è docente di Canto lirico presso il Conservatorio musicale di Frosinone.


CARLO TUAND, tenore

Diplomato presso il Conservatorio Umberto Giordano di Foggia, ha successivamente frequentato il Centro di Avviamento Lirico di Palermo, studiando con Gina Cigna. Vincitore del Concorso Adriano Belli di Spoleto, ha debuttato nel ruolo di Rodolfo in La Boheme di Puccini con la regia di Giuseppe Di Stefano. Ha poi inaugurato, con il Bravo di Mercadante, l'apertura della Stagione Lirica al Teatro dell'Opera di Roma, ente nel quale ha vinto il concorso Voci Protagoniste. Si è esibito con nomi conosciuti del mondo lirico quali: Joan Sutherland in Lucrezia Borgia di Donizetti al Teatro dell'Opera di Roma; Raina Kabaivanska in Madame Butterfly di Puccini al Teatro Comunale di Firenze; Luciano Pavarotti in Lucia di Lammermoor di Donizetti al Teatro alla Scala di Milano. Primo tenore nei maggiori enti lirici con le opere: Manon, La Traviata e Falstaff al Teatro dell'Opera di Roma; Madama Butterfly e Traviata al Teatro San Carlo di Napoli; Maria de Rudenz al Teatro La Fenice di Venezia; Madama Butterfly al Teatro Filarmonico di Verona. All'estero ha cantato in Irlanda, Giappone, Germania, Portogallo, Inghilterra, Perù, Colombia e Messico, registrando per radio concerti dalla Sala Verdi del Conservatorio di Milano, dal Neues Gewandhaus di Leipzig e per la BBC. Per la RAI-TV ha cantato Madama Butterfly e ha registrato in Messico la Messa da Requiem di Verdi. Ha lavorato in ruoli principali con famosi direttori d'orchestra quali: P. Maag, G. Gavazzeni, F. Molinari-Pradelli, G. Sinopoli, G. Gelmetti, C. Scimone, F. Previtali, D. Oren, R. Muti. In seguito si è dedicato all'insegnamento del canto nei Conservatori di: Foggia, Campobasso, Salerno, Latina, svolgendo corsi di perfezionamento a Sapri, Rodi GArganico, Salerno e Latina.


 

MAURIZIO SCARFEO, baritono
A 12 anni inizi agli studi di pianoforte sotto la guida della Prof.ssa Maria Cozzo Davì. A 18 anni incontra il Baritono Carlo Tagliabue che, ascoltandolo, lo incoraggia ad intraprendere lo studio del Canto lirico. Nel 1980 consegue il "Diploma di Merito" al XII° Concorso Internazionale di Canto "Vincenzo Bellini" e viene prescelto per il concerto dei finalisti con l'ORCHESTRA SINFONICA SICILIANA sotto la direzione del M° Ottavio Ziino. Nel Febbraio 1981 a Roma, viene nominato Ufficiale del Corpo Militare della CROCE ROSSA ITALIANA con il grado di Sottotenente Commissario; oggi ricopre il grado di 1° Capitano Commissario C.R.I..  

Nel 1984 vince il Concorso Nazionale di Canto "Mattia Battistini" con l'opera Pagliacci nel ruolo di Silvio, personaggio questo che interpreta in diversi Teatri Italiani. Nel 1986 viene scritturato dall' A.GI.MUS. (Associazione Giovanile Musicale) per partecipare alla stagione lirica e, in tale occasione, gli viene conferito l'importante riconoscimento "CHIOSTRO D'ARGENTO" come migliore Baritono dell'intera stagione concertistica. Trasferitosi a Verona prosegue gli studi di canto con il grande Baritono Aldo Protti e comincia con lui un fruttuoso studio che lo porterá in breve tempo ad iniziare una brillante carriera. Nel 1988 è il Teatro Tedesco di Monaco di Baviera a scritturarlo per l'opera "La Bohème" con la Regia del famoso tenore Giuseppe Di Stefano. Nel '90 è al Teatro dell'Opera di Roma con "La Vedova allegra" (Ripresa da RAI 2) Regia di Mauro Bolognini e diretta dal M° Daniel Oren.  

Il regista Mario Monicelli, presente ad una delle rappresentazioni, lo nota per le sue qualitá artistiche ed interpretative. Gli propone il ruolo di Nozzari (attore-cantante) nel Film da lui diretto sulla vita di Gioacchino Rossini dal titolo "Rossini, Rossini". In tale occasione ha l'opportunitá di lavorare al fianco di attori come: Sergio Castellitto, Giorgio Gaber, Philippe Noiret e Jacqueline Bisset. Ha avuto occasione di lavorare con personaggi quali: Pippo Baudo, Elio Pandolfi, Lucio Dalla e Lello Arena.  

Inizia un' importante tourné e a carattere europeo debuttando sempre come protagonista in: Giorgio Germont ne "La Traviata"; Amonasro in "Aida"; Nabucco in "Nabucco"; Miller in "Luisa Miller"; Il Conte di luna ne "Il Trovatore"; Scarpia in "Tosca"; Jago in "Otello"; Lord Enrico in "Lucia di Lammermoor"; Michele in "Tabarro"; Alfio in "Cavalleria rusticana"; Carlo Gerard in "Andrea Chenier"; Tonio ne "Pagliacci" Renato ne "Un ballo in maschera" Don Carlo de Vargas ne "La forza del destino" . E' ospite dei in molti Teatri dell'Austria – Belgio – Danimarca – Francia – Germania – Macedonia – Olanda - Slovacchia – Slovenija – Spagna – Svezia – Svizzera. Nel 1990 viene nominato docente di canto al Conservatorio Statale di Musica S. Giacomantonio di Cosenza. Nel settembre 1992 Teatro Comunale di Adria (Rovigo) debutta in "Rigoletto" come protagonista con successo e, a seguire, in diverse recite negli Stati Uniti d'America, cantando in diversi Stati tra i quali: Georgia – Alabama – Carolina – Tennessèe – Oklahoma – Ohio – Pennsylvania - Indiana - Arkansas – Missouri.  

Tornato in Italia inizia a lavorare per i teatri più prestigiosi come: Arena di Verona; Teatro dell'Opera di Roma; Teatro Massimo Bellini di Catania; Teatro Filarmonico di Verona ; Teatro Greco di Taormina; Sferisterio di Macerata; Teatro G. Verdi di Sassari; Comunale di Treviso; Anfiteatro di Siracusa ; Goldoni di Venezia; Teatro di Martinafranca, Ente Musicale Trapanese, Chiabrera Di Savona, Teatro Civico di Vercelli Opera Festival Teatro di Fiesole lavorando al fianco di Artisti come: Dimitrova, Kabaiwanska, Ricciarelli, Malagnini, Martinucci, Bartolini, Carroli, Casolla, Cecchele, Garaventa, Gasdia, Giacomini, Giaiotti, Protti, Taddei, Tucci e sotto la Direzione d'Orchestra dei Maestri : Annovazzi, Angué lov, Balderi, Patané , Morelli, Oren, De Bernart, Richter, Leone, Martin, Magiera, Humburg, Samale, LathamKoenig, Maurizio Rinaldi, Registi quali:Giorgio Albertazzi, Mauro Bolognini, Beppe De Tomasi, Luciano Damiani, Giancarlo Del Monaco, Gino Landi, Carlo Maestrini, Edoardo Siravo, Franca Valeri.

Di quest'ultima è stato anche assistente alla regia in "Tosca"; "Cavalleria Rusticana"; "Pagliacci" e "La Traviata". Nel 1994 l'ASSOCIAZIONE MUSICALE "ACCADEMIA OMERO MARTINI" di Massa Marittima (GR) a firma del Presidente Ugo Bianchi, lo nomina MEMBRO d'ONORE dell'ACCADEMIA stessa, a riconoscimento degli indiscussi meriti artistici. Nel Luglio 1996 viene chiamato a ricoprire il ruolo di Miller nella "Luisa Miller" al Festival Internazionale di Zvollen (Slovacchia) in collaborazione con il Teatro di Stato di Banscka Bystrica. Nell'aprile del 1997, dopo una produzione di ben 25 recite di Lucia di Lammermoor interprete Lord Enrico all'Opera House di Malmoe (Svezia) il primo quotidiano svedese " Arbetet Nyheterna" gli dedica un articolo-intetrvista in prima pagina con foto per il personale successo ottenuto. Nel Maggio del '97 è invitato per l'inaugurazione del Teatro dell'Universitá di Musica della Cittá Gwangju nella Corea del Sud., interpretando come protagonista "Rigoletto". Nell'Ottobre '97 per l'inaugurazione della stagione lirica dello "StaatOper" di Francoforte è Giorgio Germont ne "La Traviata". Nel Marzo 2000 riceve ancora un prestigioso riconoscimento per meriti artistici: il premio "ETTORE BASTIANINI 2000". Nel Gennaio del 2001 viene nominato Docente di Canto presso il Conservatorio di Musica "Santa Cecilia" di Roma. Nel marzo dello stesso anno gli conferiscono il "1° RIGOLETTO D'ARGENTO". al Teatro G. Verdi di Buscoldo (Mantova). Solo un anno dopo al Teatro Kursá al di Jesolo è il grande Soprano Anita Cerquetti a consegnargli il riconoscimento "Mario del Monaco". Nel Giugno 2000 è interprete delle inedite Messe Sacre di Vincenzo Bellini, incidendole dal vivo su CD Edizione Bongiovanni ( in prima mondiale) nella Basilica di San Frediano in Lucca. Nell'Agosto 2001 ha inciso un CD di musiche Verdiane, con la CamerOperaEnsemble sotto la direzione del M° Angelo Bolgiaghi dal titolo "Amore e odio nella trilogia Verdiana". Nell' Aprile 2002 è Scarpia al Teatro "CAIRO OPERA COMPANY" al fianco di Cecilia Gasdia e Mario Malagnini e, poco dopo, (Amonasro) in "Aida". Nella stagione 2002/2003 è ospite al Badisches Staatstheater di Karlsruhe (Germania) in due produzioni Michele ne Il Tabarro e Lord Enrico in Lucia di Lammermoor, con la regia di Giancarlo Del Monaco. Nel Giugno 2003 è nuovamente scritturato come interprete per un'incisione su CD edizione Bongiovanni delle Musiche inedite della dinastia PUCCINI in prima mondiale nella Cattedrale di Lucca replicando l'evento a Torre del Lago nell'ambito del Festival Pucciniano2003. Nel novembre 2003 è protagonista e regista nel Rigoletto al Teatro Civico di Vercelli. Nel giugno 2004 è in giuria come Vice presidente al Concorso Internazionale di Canto "Martinelli-Pertile" di Montagnana (PD) accanto al Tenore M° Giuseppe Giacomini . Negli anni a seguire è interprete protagonista dei grandi ruoli verdiani e viene definito da : "LA NAZIONE" di Firenze: "Un autentico specialista dei grandi ruoli verdiani". E ancora L'Informatore Vigevanese (Pavia) a firma di Mario Mainino scrive in occasione de: La Traviata : .. .Grande successo personale per il baritono Maurizio Scarfeo di squisita linea di canto, timbro morbido e ottima estensione, che ricorda forse il grande Bastianini, e che ha raccolto vere ovazioni dopo il suo "Di Provenza". Attento interprete di ruoli pucciniani e veristi è stato definito "una delle più belle e autentiche voci baritonali della nuova generazione" da "L'Arena" a firma di Bruno Moreschi. Nel marzo 2009, al Teatro Comunale di Faenza, in occasione del Concerto lirico premio "Pia Tassinari", Serse Tivani nel suo articolo scrive: ...Maurizio Scarfeo ha regalato al pubblico due perle nelle interpretazioni di un Gerard appassionato (Andrea Chenièr) e di uno Scarpia (Tosca) così come Puccini voleva fosse interpretato. Ha lavorato anche per: RAI 1 – RAI 2 – RAI 3. Alla sua attivitá concertistica si affianca quella di Maestro di Canto. A ricoperto incarichi di consulente artistico presso diverse Associazioni Musicali, tra cui: Associazione Amici della Musica di Cuneo. E' stato Direttore Artistico Dell'A.LI.CO.S. (Ass.ne Lirica Artistica Siciliana). Nel Luglio 2008 è stato pubblicato il suo primo libro sulla tecnica del canto dal titolo "UDITE...UDITE! ..." (Arte e Tecnica del bel Canto) Edizione: Discovery-Edition con la prefazione del M° Marco Balderi (Direttore d'Orchestra). Nel mese di Giugno 2009 a CASTEL DEL RIO (BOLOGNA) l'Associazione Culturale Alidosiana, Il Comune di Castel del Rio e l'Associazione Amici di Castel del Rio, gli assegnano il PREMIO "EBE STIGNANI" alla carriera. Nel mese di Luglio 2009 a Venezia debutta come Direttore d'Orchestra ne "LA TRAVIATA" di G. Verdi. Dal mese di Novembre 2009 fino al 31 ottobre 2011 ha ricoperto l'incarico di Responsabile dell'Ufficio di Produzione del Conservatorio di Adria (RO) . Nel 2010 è stato nominato Direttore Artistico di Mousikè International Cultural Events Promoter di San Doná di Piave (Venezia). Nel giugno 2011 è stata pubblicata la seconda edizione del libro "UDITE...UDITE! ..." (Arte e Tecnica del bel Canto) Edizione: Discovery-Edition . Nel mese di Ottobre 2011 al Teatro Masini di Faenza è stato interprete (Lord Enrico) e Regista in "Lucia di Lammermoor". Dal gennaio 2008 è Docente di Canto presso il Conservatorio di Musica A. Buzzolla di Adria (Rovigo). Nel marzo 2012 al Teatro Masini di Faenza, il Sindaco della Cittá di Faenza e il presidente dell'Associazione Pia Tassinari gli conferiscono il Premio alla carriera "Pia Tassinari". Nel marzo 2012 è Presidente di giuria al Concorso Internazionale di Canto "Cittá di Treviso".